Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

I Principi dottrinari

Il Profeta Muhammed

I 99 nomi di Allah

  1. Al-Fâtiha
  2. Al Baqara
  3. Al-'Imrân
  4. An-Nisâ'
  5. Mâ'ida
  6. Al-An'âm
  7. Al-A'râf
  8. Al-Anfâl
  9. Tauba
  10. Yûnus
  11. Hûd
  12. Yûsuf
  13. Ar-Ra'd
  14. Ibrâhîm
  15. Al-Higr
  16. An-Nahl
  17. Isrâ'
  18. Kahf
  19. Maryam
  20. Tâ-Hâ
  21. Al Anbiyyâ
  22. Al-Hajj
  23. Mu'minûn
  24. An-Nûr
  25. Al Furqân
  26. Ash Shu'arâ'
  27. An-Naml
  28. Al-Qasas
  29. Al 'Ankabut
  30. Ar-Rum
  31. Luqman
  32. As-Sajda
  33. Al-Ahzab
  34. Saba'
  35. Fatir
  36. Ya Sin
  37. As Saffat
  38. Sad
  39. Az Zumar
  40. Al-Ghafir
  41. Fussilat
  42. Ash Shura
  43. Az Zukhruf
  44. Ad Dukhan
  45. Al Jathiya
  46. Al-'Ahqaf
  47. Muhammad
  48. Al-Fath
  49. Al Hujurat
  50. Qaf
  51. Adh Dhariyat
  52. At-Tur
  53. An-Najm
  54. Al Qamar
  55. Ar Rahman
  56. Al Waqi'a
  57. Al-Hadid

 

 
 

Sura CVI

Quraysh

(I Coreisciti) [1]

Pre-Eg. N°29. Di 4 versetti. Il nome della sura deriva dal versetto 1.

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Per il patto dei Coreisciti [2] ,

2. per il loro patto delle carovane invernali ed estive [3] .

3. Adorino dunque il Signore di questa Casa [4] ,

4. Colui Che li ha preservati dalla fame e li ha messi al riparo da [ogni] timore.



[1] Secondo alcuni esegeti il contenuto di questa sura deve essere strettamente collegato a quello della sura dell’Elefante che la precede. Si è giunti persino ad avanzare l’ipotesi che in un primo tempo le due sure fossero unite, e a riprova di ciò viene citata una tradizione secondo la quale ‘Umar ibn Khattab (che Allah sia soddisfatto di lui) le recitò una dopo l’altra senza pronunciare tra loro la basmala. Detto ciò va detto anche che l’esegesi ortodossa non attribuisce molto valore a questa ipotesi e ritiene che le due sure siano sempre state distinte.

[2] Avvalorando la tesi di cui abbiamo fatto cenno nella nota precedente, si afferma che i primi due versetti della sura contengano un discorso sottinteso e che vadano compresi in questo modo: «[facemmo fallire la spedizione dell’elefante] per [salvaguardare] il patto [di unità] dei Quraysh [e per salvaguardare] il patto [concernente] la carovana invernale ed estiva».

[3] La struttura economica su cui era costruita la prosperità dei Quraysh della Mecca si basava su due momenti commerciali: il pellegrinaggio annuale che portava alla Mecca gli arabi di tutta la penisola e le due carovane annuali, una invernale verso lo Yemen e una estiva verso «Sham», la terra della «mezzaluna fertile» (oggi Siria, Palestina, Libano e Giordania). La posizione centrale della Mecca rispetto all’area del Mediterraneo e a quella dell’Oceano Indiano e la straordinaria abilità dei mercanti Quraysh fecero sì che queste due carovane diventassero il fulcro di tutta l’attività economica della città.

[4] «il Signore di questa Casa»: Allah (gloria a Lui l’Altissimo) il Signore della Ka‘ba.

 

Tratto da:
“Il Corano”
(la traduzione dei suoi significati in lingua italiana)
A cura di Hamza Roberto Piccardo

Prefazione di Franco Cardini e introduzione di Pino Blasone
Edizioni Newton & Compton su licenza Al Hikma, pp.610, € 3.90
La più diffusa e completa traduzione dei significati del Corano, la prima realizzata dai musulmani in Italia per tutti gli italofoni.

Un’opera arricchita da un’imponente apparato di note (oltre 2.800) un indice delle materie, un indice dei nomi e 12 appendici tematiche: dai 5 pilastri dell’Islam alla traduzione dei Nomi di Allah, dal concetto di jihad a alla proibizione dell’interesse sul denaro.

Ordina su Libreriaislamica.net