Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

I Principi dottrinari

Il Profeta Muhammed

I 99 nomi di Allah

  1. Al-Fâtiha
  2. Al Baqara
  3. Al-'Imrân
  4. An-Nisâ'
  5. Mâ'ida
  6. Al-An'âm
  7. Al-A'râf
  8. Al-Anfâl
  9. Tauba
  10. Yûnus
  11. Hûd
  12. Yûsuf
  13. Ar-Ra'd
  14. Ibrâhîm
  15. Al-Higr
  16. An-Nahl
  17. Isrâ'
  18. Kahf
  19. Maryam
  20. Tâ-Hâ
  21. Al Anbiyyâ
  22. Al-Hajj
  23. Mu'minûn
  24. An-Nûr
  25. Al Furqân
  26. Ash Shu'arâ'
  27. An-Naml
  28. Al-Qasas
  29. Al 'Ankabut
  30. Ar-Rum
  31. Luqman
  32. As-Sajda
  33. Al-Ahzab
  34. Saba'
  35. Fatir
  36. Ya Sin
  37. As Saffat
  38. Sad
  39. Az Zumar
  40. Al-Ghafir
  41. Fussilat
  42. Ash Shura
  43. Az Zukhruf
  44. Ad Dukhan
  45. Al Jathiya
  46. Al-'Ahqaf
  47. Muhammad
  48. Al-Fath
  49. Al Hujurat
  50. Qaf
  51. Adh Dhariyat
  52. At-Tur
  53. An-Najm
  54. Al Qamar
  55. Ar Rahman
  56. Al Waqi'a
  57. Al-Hadid

 

 
 

Sura LXXVII

Al-Mursalât

Le Inviate

Pre-Eg. N°33 ( a parte il v.48). Di 50 versetti.
Il nome della sura deriva dal vers. 1

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Per le inviate in successione [1] ,

2. per quelle che impetuose tempestano,

3. per quelle che si diffondono ampie,

4. per quelle che separano con esattezza [2]

5. e per quelle che lanciano un monito

6. [a guisa] di scusa o di avvertimento!

7. In verità quello che vi è stato promesso avverrà,

8. quando le stelle perderanno la luce

9. e si fenderà il cielo

10. e le montagne saranno disperse [3]

11. e sarà indicato il momento ai Messaggeri !... [4]

12. A quale giorno saranno rinviati?

13. Al Giorno della Decisione [5] !

14. Chi mai ti dirà cos’è il Giorno della Decisione?

15. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna [6] !

16. Già non facemmo perire gli antichi?

17. E non li facemmo seguire dagli ultimi?

18. Così trattiamo i colpevoli.

19. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

20. Non vi creammo da un liquido vile [7] ,

21. che depositammo in un sicuro ricettacolo [8]

22. per un tempo stabilito [9] ?

23. Siamo Noi che lo stabiliamo. Siamo i migliori nello stabilire [tutte le cose].

24. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

25. Non abbiamo fatto della terra un luogo di riunione

26. dei vivi e dei morti?

27. Non vi ponemmo alte montagne?

Non vi demmo da bere un’acqua dolce [10] ?

28. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

29. [Sarà detto ai miscredenti] «Andate verso quel che tacciavate di menzogna!

30. Andate verso un’ombra di tre colonne

31. che non ombreggia e non ripara dalla vampa [infernale]

32. che proietta scintille [grandi] come tronchi,

33. che sembrano invero lastre di rame» [11] .

34. Guai, in quel Giorno, a quelli che tacciano di menzogna!

35. Sarà il Giorno in cui non potranno parlare,

36. e non sarà dato loro il permesso di scusarsi.

37. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

38. È il Giorno della Decisione, in cui riuniremo voi e gli antichi.

39. Se possedete uno stratagemma, usatelo dunque contro di Me.

40. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

41. I timorati [di Allah] saranno tra ombre e sorgenti,

42. e frutti che brameranno.

43. [Sarà detto loro]: «Mangiate e bevete in pace, [compenso] per quello che avete fatto».

44. Compensiamo così coloro che compiono il bene.

45. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

46. [Sarà detto loro]: «Mangiate e godete un poco [12] , voi che siete criminali».

47. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

48. Quando si dice loro: «Inchinatevi» [13] , non si inchinano.

49. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna!

50. A quale discorso mai crederanno, dopo di ciò?



[1] L’esegesi non è concorde a proposito dell’interpretazione del soggetto, femminile e plurale dell’invocazione iniziale compresa nei verss.-7. Secondo i più si tratterebbe di venti, altri ritengono che siano angeli, altri ancora nuvole, mentre alcuni riferendosi particolarmente ai verss. 3-6 avanzano l’ipotesi che siano piuttosto le stesse «ayât» (i versetti del Corano). Ognuna di queste tesi è credibile e non esclude le altre dando (gloria ad Allah!) un’ulteriore dimostrazione della grande intensità dei significati del Sublime Corano.

[2] «che separano con esattezza... [il vero dal falso].»

[3] «e le montagne saranno disperse [come polvere].»

[4] «e sarà indicato il momento ai Messaggeri! [di presentarsi perla loro testimonianza j...». I profeti testimonieranno di aver trasmesso agli uomini la parola di Allah (gloria a Lui l’Altissimo) e renderanno in tal modo vane le loro scuse.

[5] «Giorno della Decisione»: «yaum al fasli», uno dei nomi del Giorno del Giudizio.

[6] Questo versetto si ripete dieci volte nella sura e ne costituisce ritmicamente il motivo conduttore.

[7] «un liquido vile»: lo sperma, la cui fuoriuscita determina impurità maggiore da rimuovere con abluzione completa (ghusl), questo il senso dell’aggettivo vile; anche: infimo, banale, abbietto.

[8] «in un sicuro ricettacolo»: l’utero materno.

[9] Per la durata della gestazione.

[10] La dolcezza dell’acqua delle fonti di alta montagna è addirittura proverbiale, il versetto vi accenna con precisione e delicatezza.

[11] Nella maggior parte delle versioni in francese e in italiano la traduzione di questi due versetti parla di «scintille grandi come castelli e cammelli gialli». Noi abbiamo preterito riferirci ad un’ipotesi dell’esegesi classica (Tabarì XXIX, 240-241-242) suffragata da un hadith riferito dai -Bukhârî che ci sembra più consona allo stile e alla logica coranica.

[12] «godete un poco»: in questa vita terrena.

[13] «Inchinatevi»: nell’orazione. Vedi Appendice 2.

 

Tratto da:
“Il Corano”
(la traduzione dei suoi significati in lingua italiana)
A cura di Hamza Roberto Piccardo

Prefazione di Franco Cardini e introduzione di Pino Blasone
Edizioni Newton & Compton su licenza Al Hikma, pp.610, € 3.90
La più diffusa e completa traduzione dei significati del Corano, la prima realizzata dai musulmani in Italia per tutti gli italofoni.

Un’opera arricchita da un’imponente apparato di note (oltre 2.800) un indice delle materie, un indice dei nomi e 12 appendici tematiche: dai 5 pilastri dell’Islam alla traduzione dei Nomi di Allah, dal concetto di jihad a alla proibizione dell’interesse sul denaro.

Ordina su Libreriaislamica.net