Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

I Principi dottrinari

Il Profeta Muhammed

I 99 nomi di Allah

  1. Al-Fâtiha
  2. Al Baqara
  3. Al-'Imrân
  4. An-Nisâ'
  5. Mâ'ida
  6. Al-An'âm
  7. Al-A'râf
  8. Al-Anfâl
  9. Tauba
  10. Yûnus
  11. Hûd
  12. Yûsuf
  13. Ar-Ra'd
  14. Ibrâhîm
  15. Al-Higr
  16. An-Nahl
  17. Isrâ'
  18. Kahf
  19. Maryam
  20. Tâ-Hâ
  21. Al Anbiyyâ
  22. Al-Hajj
  23. Mu'minûn
  24. An-Nûr
  25. Al Furqân
  26. Ash Shu'arâ'
  27. An-Naml
  28. Al-Qasas
  29. Al 'Ankabut
  30. Ar-Rum
  31. Luqman
  32. As-Sajda
  33. Al-Ahzab
  34. Saba'
  35. Fatir
  36. Ya Sin
  37. As Saffat
  38. Sad
  39. Az Zumar
  40. Al-Ghafir
  41. Fussilat
  42. Ash Shura
  43. Az Zukhruf
  44. Ad Dukhan
  45. Al Jathiya
  46. Al-'Ahqaf
  47. Muhammad
  48. Al-Fath
  49. Al Hujurat
  50. Qaf
  51. Adh Dhariyat
  52. At-Tur
  53. An-Najm
  54. Al Qamar
  55. Ar Rahman
  56. Al Waqi'a
  57. Al-Hadid

 

 
 

Sura LXXXI

At-Takwîr

(L'Oscuramento) 

Pre-Eg. N°7. Di 29 versetti 11 nome della sura deriva dal versetto 1.

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Quando sarà oscurato [1] il sole,

2. e spente le stelle,

3. e messe in marcia le montagne [2] ,

4. e neglette le cammelle gravide di dieci mesi [3] ,

5. e radunate le belve,

6. e ribollenti i mari,

7. e divise in gruppi le anime [4] ,

8. e quando verrà chiesto alla [neonata] sepolta viva

9. per quale colpa sia stata uccisa [5] ,

10. e quando saranno dispiegati i fogli [6] ,

11. e scorticato il cielo,

12. e attizzata la Fornace,

13. e avvicinato il Paradiso,

14. ogni anima conoscerà quel che avrà prodotto [7] .

15. Giuro per i pianeti

16. che passano e che si occultano [8] ,

17. per la notte che si estende,

18. per l’aurora che esala il suo alito [9] ,

19. questa è la parola di un Messaggero [10] nobilissimo,

20. potente ed eccellente presso il Signore del Trono,

21. colà obbedito e fedele.

22. Il vostro compagno non è un folle [11] :

23. in verità l’ha visto sull’orizzonte luminoso [12] ,

24. non è avaro dell’Invisibile [13] .

25. Questa non è parola di dèmone lapidato.

26. Dove andate dunque [14] ?

27. Questo non è che un Monito rivolto al creato

28. per chi di voi voglia seguire la Retta Via.

29. Ma voi lo vorrete solo se lo vorrà Allah, il Signore dei mondi.



[1] Il termine «kuwwirat» che abbiamo tradotto con «oscurato», secondo Tabarì (xxx, 63-65) ha diversi significati: avvolto come un turbante, raccolto su se stesso, condensato.

[2] Come già xviii, 47; lii,0; lxxv,11, 20.

[3] La gestazione della cammella dura dieci mesi e, nel corso delPultimo mese, la femmina pregna è fatta oggetto di grandi attenzioni per far sì che la gravidanza vada a buon fine. L’immagine che dà il Corano è quella di un Giorno in cui saranno stravolte tutte le consuetudini, anche quelle più profondamente radicate nel cuore e nella mente degli uomini.

[4] «e divise in gruppi le anime»: «e i buoni saranno ricongiunti ai buoni e i malvagi ai malvagi»: è questo il senso suggerito dal Tabarì (xxx, 70) che tuttavia ne cita un altro accettato da molti traduttori «e riunite [ai corpi] le anime».

[5] Come già in altri brani Allah (gloria a Lui l’Altissimo) ribadisce la condanna della pratica dell’uccisione delle neonate (vedi VI,37).

[6] I registri dove saranno annotate le azioni degli uomini.

[7] «che avrà prodotto»: lett. «che avrà presentato» alla resa dei conti finale.

[8] Nella loro orbita intorno al sole.

[9] «l’aurora che esala il suo alito»: come un soffio che scaccia le tenebre e fa risplendere la luce. La similitudine è tanto più efficace se la si collega al versetto successivo in cui la «parola» non è altro che lo stesso Corano.

[10] Il messaggero in questione è in questo caso Gabriele (pace su di lui).

[11] Il versetto si rivolge che pur conoscendo Muhammad (pace e benedizioni su di lui), dicevano che era «majnûn» (posseduto dai dèmoni).

[12] «l’ha visto»: Gabriele (pace su di lui), in occasione della prima rivelazione del Corano.

[13] «non è avaro»: nel senso di «non vuole e non può riservare solo a sé l’esperienza della rivelazione».

[14] «Dove andate dunque?»: quale altra strada potreste mai prendere se non quella che vi è stata indicata dal Corano?

 

Tratto da:
“Il Corano”
(la traduzione dei suoi significati in lingua italiana)
A cura di Hamza Roberto Piccardo

Prefazione di Franco Cardini e introduzione di Pino Blasone
Edizioni Newton & Compton su licenza Al Hikma, pp.610, € 3.90
La più diffusa e completa traduzione dei significati del Corano, la prima realizzata dai musulmani in Italia per tutti gli italofoni.

Un’opera arricchita da un’imponente apparato di note (oltre 2.800) un indice delle materie, un indice dei nomi e 12 appendici tematiche: dai 5 pilastri dell’Islam alla traduzione dei Nomi di Allah, dal concetto di jihad a alla proibizione dell’interesse sul denaro.

Ordina su Libreriaislamica.net