Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

I Principi dottrinari

Il Profeta Muhammed

I 99 nomi di Allah

  1. Al-Fâtiha
  2. Al Baqara
  3. Al-'Imrân
  4. An-Nisâ'
  5. Mâ'ida
  6. Al-An'âm
  7. Al-A'râf
  8. Al-Anfâl
  9. Tauba
  10. Yûnus
  11. Hûd
  12. Yûsuf
  13. Ar-Ra'd
  14. Ibrâhîm
  15. Al-Higr
  16. An-Nahl
  17. Isrâ'
  18. Kahf
  19. Maryam
  20. Tâ-Hâ
  21. Al Anbiyyâ
  22. Al-Hajj
  23. Mu'minûn
  24. An-Nûr
  25. Al Furqân
  26. Ash Shu'arâ'
  27. An-Naml
  28. Al-Qasas
  29. Al 'Ankabut
  30. Ar-Rum
  31. Luqman
  32. As-Sajda
  33. Al-Ahzab
  34. Saba'
  35. Fatir
  36. Ya Sin
  37. As Saffat
  38. Sad
  39. Az Zumar
  40. Al-Ghafir
  41. Fussilat
  42. Ash Shura
  43. Az Zukhruf
  44. Ad Dukhan
  45. Al Jathiya
  46. Al-'Ahqaf
  47. Muhammad
  48. Al-Fath
  49. Al Hujurat
  50. Qaf
  51. Adh Dhariyat
  52. At-Tur
  53. An-Najm
  54. Al Qamar
  55. Ar Rahman
  56. Al Waqi'a
  57. Al-Hadid

 

 
 

Sura LXXXIII

Al-Mutaffifîn

(I Frodatori)

Pre-Eg. N°86. Di 36 versetti. Il nome della sura deriva dal versetto 1.

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Guai ai frodatori,

2. che quando comprano esigono colma la misura,

3. ma quando sono loro a misurare o a pesare, truffano.

4. Non pensano che saranno resuscitati,

5. in un Giorno terribile,

6. il Giorno in cui le genti saranno ritte davanti al Signore dei mondi?

7. No, in verità il registro dei peccatori è nella Segreta [1] ;

8. e chi mai ti farà comprendere cos’è la Segreta?

9. È uno scritto vergato.

10. Guai, in quel Giorno, a coloro che tacciano di menzogna,

11. che tacciano di menzogna il Giorno del Giudizio.

12. Non lo taccia di menzogna altri che il peccatore inveterato,

13. che, quando gli sono recitati i Nostri versetti, dice: «Favole degli antichi!».

14. Niente affatto: è piuttosto quello che fanno che copre i loro cuori.

15. Niente affatto: in verità in quel Giorno un velo li escluderà dal vedere il loro Signore,

16. e poi cadranno nella Fornace.

17. Sarà detto loro: «Ecco quello che tacciavate di menzogna!».

18. Niente affatto: il registro dei caritatevoli sarà nelle Altezze [2] .

19. E chi mai ti farà comprendere cosa sono le Altezze?

20. È uno scritto vergato.

21. I ravvicinati [3] ne renderanno testimonianza.

22. I giusti saranno nella delizia,

23. [appoggiati] su alti divani guarderanno.

24. Sui loro volti vedrai il riflesso della Delizia.

25. Berranno un nettare puro, suggellato

26. con suggello di muschio - che vi aspirino coloro che ne sono degni

27. [un nettare] mescolato con Tasnîm [4] ,

28. fonte di cui berranno i ravvicinati.

29. Invero i malvagi schernivano i credenti [5] ;

30. quando passavano nei loro pressi si davano occhiate,

31. ritornando dalla loro gente, si burlavano di loro;

32. e quando li vedevano, dicevano: «Davvero sono fuorviati!».

33. Certo non hanno avuto l’incarico di vegliare su di loro.

34. Oggi invece sono i credenti a ridere dei miscredenti:

35. [appoggiati] su alti divani guarderanno.

36. I miscredenti non sono forse compensati per quello che hanno fatto?



[1] «la Segreta»: con questo termine che abbiamo reso «as-sijjin» poiché molti tra i più autorevoli commentatori hanno scritto che esso implica il concetto di «sotterraneo» e di carcere. Secondo altri si tratta del nome proprio della lista che, nell’Infemo, registrerà il nome dei dannati, ipotesi avvalorata dal vers. 9

[2] «le Altezze»: uno dei luoghi del Paradiso.

[3] «I ravvicinati»: o «al muqarabbìn» una particolare categoria di angeli o anche i beati.

[4] «Tasnim»: il nome di una fonte del Paradiso. Significa lett. sorgente di acqua abbondante.

[5] Il Corano descrive l’atteggiamento dei pagani nei contronti dei musulmani: scherno, occhiate ironiche, pesanti ironie, dileggio.

 

Tratto da:
“Il Corano”
(la traduzione dei suoi significati in lingua italiana)
A cura di Hamza Roberto Piccardo

Prefazione di Franco Cardini e introduzione di Pino Blasone
Edizioni Newton & Compton su licenza Al Hikma, pp.610, € 3.90
La più diffusa e completa traduzione dei significati del Corano, la prima realizzata dai musulmani in Italia per tutti gli italofoni.

Un’opera arricchita da un’imponente apparato di note (oltre 2.800) un indice delle materie, un indice dei nomi e 12 appendici tematiche: dai 5 pilastri dell’Islam alla traduzione dei Nomi di Allah, dal concetto di jihad a alla proibizione dell’interesse sul denaro.

Ordina su Libreriaislamica.net