Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

L'ISLAM

I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

XXV

Il pellegrinaggio


Abd Allah figlio di Abbàs - sia soddisfatto Iddio di ambedue - raccontò:
Un giorno, al-Fadl cavalcava dietro l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - sullo stesso cavallo,
quando venne verso di loro una donna dei Uat'am. Al Fadl si mise a guardarla; anche la donna lo guardò a lungo, finché il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - non pensa bene di far voltare ad al-Fadl la faccia dall'altra parte.
Finalmente la donna disse:
O Inviàto di Dio, so che il precetto di Dio di compiere il pellegrinaggio si applica ad ogni Suo servo; ma mio padre è vecchio, e non riesce neanche a stare in sella...
Posso fare il pellegrinaggio al suo posto?
«Sì» rispose.
Ciò avvenne durante il pellegrinaggio d'addio.



Raccontò il figlio di Abbas - sia soddisfatto Iddio di ambedue -:
Un gruppo di Yemeniti parti per il pellegrinaggio senza preoccuparsi di portar provviste, dicendo: Noi siamo quelli che confidano in Dio. Quando giunsero a Mecca, si misero a chiedere ciò che loro mancava alla gente del posto; fu allora che venne fatta scendere la parola di Dio - Egli è l'Altissimo - Fate le provviste per il viaggio, però la miglior provvista è il timor di Dio.(11, 193)



Abd Allah figlio di Umar - sia soddisfatto Iddio di ambedue - riferì qual era la fornnala che recitava l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute-
Ecccomi a Te, o Dio, eccomi a Te.
Eccomi a Te, o Tu che non hai compagno, eccomi a Te.
A Te la lode, a Te la grazia, a Te il potere, o Tu che non hai compagno.



'Aisha - sia soddisfatto Iddio di lei - raccontò a sua volta:
Io so come il Ptofeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - formulava l'invocazione «Eccomi a Te». Egli diceva:
Eccomi a Te, o Dio, eccomi a Te.
Eccomi a Te, o Tu che non hai compagno, eccomi a Te,
A Te la lode, a Te la grazia.



Raccontò Aslam:
Io stesso vidi Umar, figlio di al Khattab - sia soddisfatto Iddio di lui - baciare la pietra nera dicendo:
Se non avessi visto coi miei occhi l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - baciarti, certo non ti bacerei.



Riferì il figlio di Abbas sia soddisfatto Iddio di ambedue:
Una volta il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - mentre faceva la circoambulazione della Kabah, vide, un uomo che si tirava dietro un altro con una correggia, o un filo, o qualcosa disimile.
Il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - tagliò il filo con le sue proprie mani dicendo:
Tienilo per mano.



Il figlio di Abbas - sia soddisfatto Iddio di ambedue - riferì:
L'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - compì la circoambulazione della Casa su di un cammello.
Ogni volta che passava vicino all'angolo della pietra nera, faceva un gesto verso di esso con qualcosa in mano e pronunciava la formula Allah akbar.



Umm Salamah - sia soddisfatto Iddio di lei - raccontò:
Una volta mi lamentai con l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - che non mi sentivo bene, ed egli mi disse:
Compi la circoambulazione dietro agli altri stando sulla tua cavalcatura.
Così cornpii la circoambulazione, mentre l'inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - faceva la preghiera rituale rivolto verso un angolo della Casa recitando:
Per il monte Sinai, per un libro vergato (LII,1-2).



Abù Hurayrah - sia soddisfatto Iddio di lui - raccontò:
Un giorno l'inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - vide un uomo che conduceva il suo cammello sacrificale, e gli disse:
Montalo!
Ma... rispose è un cammello destinato al sarriflcio!
Montalo!
Ma non è un cammello destinato al sacrificio?
Ho detto montalo!
E mi par di ricordare che la seconda o la terza volta aggiunse:
Accidenti a te!



Il figlio di Abbàs - sia soddisfatto Iddio di lui - raccontava che il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -
a tutti coloro che io bombardavano di domande sul sacrificio,
il rasarsi la testa,
il lancio delle pietre, se dovevano essere anticipati o ritardati, rispondeva:
Non ha importanza...



Ancora il figlio di Abbas - sia soddisfatto Iddio di lui - riferì che il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -
venne subissato di domande il giorno del sacrificio a Mina. Ma egli continuò a rispondere:
Non ha importanza...
Venne un uomo a interrogarlo:
Mi sono rasato prima di sacrificare...
Sacrifica; non ha importanza - rispose.
E un altro:
Ho lanciato i sassi dopo il mezzogiorno.
Non ha importanza - ripeté.


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |


IL SUFISMO