Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

L'ISLAM

I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

XXXI

Il merito di chi si alza per pregare durante Ramadan


L'inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - usci una notte, in piena notte, a compier la preghiera nella moschea. Dietro di lui, alcune persone compirono la preghiera insieme con lui.
La mattina seguente, la gente cominciò a raccontarsi l'un l'altro quanto era avvenuto; così, la notte dopo, il numero delle persone che compivano la preghiera con lui era aumentato, Il mattino seguente, la voce cominciò a spargersi sempre di più e, la terza notte, la folla nella moschea era ancor più numerosa. Anche quella volta l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -, uscito di casa, compì la preghiera, mentre tatti i fedeli pregavano con lui. La quarta notte, la moschea non bastava più a contenere la gente.
Finalmente il Profeta arrivò per compier la preghiera del mattino: la terminò, si voltò verso la folla, pronunciò la professione di fede, e parlò così:
- Ordunque: non m'è certamente sfuggito che voi eravate qui, ma temo che, qualora tutto ciò divenisse obbligatorio per voi, un bel giorno non possiate più osservare l'obbligo.-
E quando l'Inviato di Dio -. Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - lasciò questa terra, le cose stavano proprio così.


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |


IL SUFISMO