Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

L'ISLAM

I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

XLI

Il contratto di semina

Anas - sia soddisfatto Iddio di lui - raccontò che l'Inviato di Dio - Iddio Io benedica e gli dia eterna salute - aveva detto:
Quando un Musulmano pianterà una pianticella o seminerà un seme,
e dei frutti del suo lavoro mangerà un uccello, o un uomo, o un animale grande, questo gli verrà contato come elemosina.



Abu Hurayrah - sia soddisfatto Iddio di lui - raccontò:
Gli Ansar dissero al Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -:
Dividi i palmeti fra noi e i nostri fratelli Emigrati!
No' rispose.
Essi dissero allora agli Emigrati:
Potete occuparvi voi in vece nostra della produzione?
Noi vi assoceremo nella raccolta dei frutti. Detto, fatto, risposero gli Emigrati.



Abd Allah - sia soddisfatto Iddio di lui raccontò:
che il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -
aveva fatto bruciare le palme dei Banù l Nadir e le aveva fatte tagliare. Queste palme si trovavano a Buwayrah, e sono proprio quelle alle quali è dedicate il verso di Hassan:
Pei capi dei Lu'ayy poco contò un incendio che in al-Buwayrah rapido si sviluppò



Il figlio di Umar - sia soddisfatto Iddio di ambedue - riferì che l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica egli dia eterna salute -
aveva dato Haybar ai Giudei a queste condlzioni:
essi l'avrebbero lavorata; avrebbero seminato il terreno, e avrebbero avuto la metà del prodotti.



Asla
m riferì che Umar - sia soddisfatto Iddio di lui - aveva detto:
Se non fosse per il resto dei Musulmani, non conquisterei villaggio senza dividerlo tra i partecipanti all'impresa,
così come il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - divise Haybar.



Chi fa rivevere una terra morta.
'Ali aveva quet'opinione a proposito delle terre lasciate in abbandono nel territorio di Kufah.
Umar disse: Chi ha fatto rivivere una terra morta, questa gli spetta.
Si tramanda attraverso Umar e il figlio di 'Awf, direttamente dal Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - che egli disse:
Sempre che questo non leda il diritto d'un Musulmano, e restando inteso che chi pianta ingiustamente non ha alcun diritto.
A questo proposito viene tramandata una tradizione da Gàbir, direttamente dal Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -.
'Aisha - sia soddisfatto Iddio di lei - riferì che il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - aveva detto:
Chi sfrutta una terra che non è di alcuno, ha più diritto su di essa di chiunque altro.
Disse Urwah: Una sentenza di questo genere fu emessa da Umar - sia soddisfatto Iddio di lui - durante Il suo califfato.


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |


IL SUFISMO