Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

L'ISLAM

I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

LXXXV

Le successioni


Muhammad figlio di al-Munkadir senti Gabir figlio di Abd Allah - sia soddisfatto Iddio di ambedue - dire:
Una volta che fui malato, l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -. e Abu Bakr vennero, tutt'e due a piedi, a trovarmi. Come essi arrivarono, caddi in deliquio. L'Inviato di Dio· - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - compi allora l'abluzione e spruzzò su di me l'acqua dell'abluzione, Io rinvenni e dissi:
O Inviato di Dio, che cosa faccio delle mie ricchezze?
Come decido in merito al mio patrimonio?
Egli non mi rispose finché non fu disceso il versetto dell'eredità.



Raccontava Urwah, che l'aveva saputo da 'Aisha, che Fatimah e Abbas - su ambedue sia la pace eterna - andarono insieme da Abu Bakr per avere la loro eredità proveniente dall'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -.
Allora essi pretendevano le loro terre di Fadak e le loro parti di Haybar.
Io - disse loro Abu Bakr - ho sentito l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - dire:
Non voglio che vi sia eredità nostra. Ciò che lasciamo serva come elemosina:
soltanto di questo capitale mangerà la famiglia di Muhammed.
E per Dio! continuò Abu Bakr - non lascerò una sola azione che ho visto compiere dall'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute- senza compierla anch'io! A queste parole Fatimah se ne andò, e non gli rivolse mai più la parola finchè visse.



Abu Hurayrah raccontò che l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - aveva detto:
I miei eredi non si divideranno fra loro neanche un dinar. Ciò che ho lasciato, dopo che si sarà provveduto al mantenitnento delle mie donne e alla spettanza di chi s'interessa dei miei beni, andrà tutto in elemosina.



Muhammad figlio di Munkadir disse:
Ho sentito Gabir - sia soddisfatto Iddio di lui - che raccontava:
Il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - entrò una volta da me mentre ero ammalato. Chiese il necessario per praticare l'abluzione e la compì, poi gettò su di me l'acqua rimasta. Io rinvenni e dissi:
O Inviato di Dio, io ho soltanto delle sorelle. Allora fu fatto scendere il versetto delle successioni.



Anas figlio di Malik - sia soddisfatto Iddio di lui - raccontò: che il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - aveva detto: Il mawla di una gente fa parte di questa gente. O disse qualcosa di simile.



Anas riferì che il Profeta - Iddio la benedica e gli dia eterna salute - aveva detto:
Il figlio della sorella di una gente è da annoverare fra di loro. Oppure disse:
...fa parte di questa gente.



Usamah figlio di Zayd - sia soddisfatto Iddio di ambedue - narrò che il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - aveva detto:
Il Musulmano non erediterà dal politeista e il politeista non erediterà dai Musulmano.



Torna all'indice


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |


IL SUFISMO