Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

L'ISLAM

I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

XCV

Dell'informazione fornita da una sola persona


Narrò Malik figlio di al-Huwayrit:
Noi, giovani vicini, andammo dal Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - e restammo con lui venti notti. Fu garbato con noi, e quando pensò che desiderassimo le nostre mogli, ci domandò chi avevamo lasciato a casa. Lo informammo e disse:
Tornate alle vostre famiglie. State con loro, istruitele, comandate loro, e raccontò cose che ricordo e altre che non ricordo.
Disse anche: Eseguite la preghiera come l'avete vista fare da me e, quando viene l'ora della preghiera, che uno di voi vi chiami e che quello di maggiore età la diriga



Narrò il figlio di Mas'ud:
L'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - disse:
Che la chiamata notturna di Bilal alla preghiera non v'impedisca di fare la prima colazione; egli infatti fa la chiamata perché chi era già in piedi ricomincì la preghiera e chi dormiva si svegli, e l'alba non è il fatto stesso ch'egli dica quelle parole. E Yahya, il trasmettitore, così dicendo, riunì le palme delle mani, poi estese gl'indici



Narrò Abu Musa:
Il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - entrò in un giardino e mi ordinò di custodire la porta. Arrivò un uomo e chiese iI permesso di entrare. Il Profeta disse:
Fallo entrare e annunciagli che andrà in Paradiso.
Era Abu Bakr. Poi venne Umar e Il Profeta disse:
Fallo entrare e digli che andrà in Paradiso. Poi venne Utman e disse:
Fallo entrare e annunciagli che andrà in Paradiso.



Narrò Umar - sia soddisfatto Iddio di lui -:
Andai a trovare l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -, che stava al piano superiore, e c'era un servo nero a capo della scala. Gli dissi:
Digli che questo è Umar figlio di al-Khattab, e fui lasciato entrare.



Narrò Tawbah al-'Anbari:
Mi ha detto al-Sa'bi: Hai visto mai quel hadith di al-Hasan circa il Profeta Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -?
Io ho frequentato Il figlio di Umar per due anni, o per un anno e mezzo, e non gli ho mai sentito raccontare sul Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - altro che questo:
C'erano dei compagni del Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute-, fra i quali Sa'd figlio di Abu Waqqas, e andarono a mangiare certa carne.
Una delle mogli del Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - li informò che era carne di lucertoloni, e se ne astennero, ma l'Inviato di Dio - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - disse loro:
Mangiate pure, è carne lecita (oppure disse: Non c'è niente di male ), comunque non è quella che mangio io



Torna all'indice


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |


IL SUFISMO