I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

LA CAROVANA DELL'AMORE

con Shaikh Hassan Dyck

La saggezza dei racconti sufi e l'estasi

Un viaggio nelle dimensioni interiori del cuore

Giovedì 24 Gennaio
Incontro e dhikr (meditazione) Sufi ore 21.00
Milano -Teatro il Trebbo- Via De Amicis
E’ obbligatoria la prenotazione:
tel 333-6115093 / 348-3832150

Venerdì 25 Gennaio
Incontro e dhikr (meditazione) Sufi ore 21.00
A Pavia - Cantieri- Viale Partigiani 23 - Pavia
E’ consigliata la prenotazione: tel. 339-6052634

25 - 27 Gennaio 2013
SEMINARIO RESIDENZIALE
Oasi Rosa Mistica
Località Torrazzetta, 8
27040 Borgo Priolo (Pv)

Sabato sera 26 Gennaio ore 21,30 concerto aperto a tutti

L’incontro residenziale inizierà dopo il concerto di venerdì a Pavia

 

I SUFI

I Sufi sono i mistici dell'Islam. Attraverso continui esercizi spirituali, tra cui lo dhikr, cioè la ripetizione costante dei nomi di Dio, i Sufi purificano il loro cuore al fine di raggiungere uno stato di intimità con il Creatore. La loro via richiede purificazione della mente, del corpo e dello spirito.

Alcuni elementi della tradizione Sufi sono la musica e i racconti, che agiscono a diversi livelli, con un profondo e positivo effetto sull'anima.

La musica Sufi sgorga dal cuore del Maestro per risvegliare il desiderio di Amore Divino. I racconti Sufi sono invece aneddoti ed episodi, molto semplici e alle volte apparentemente contraddittori. Essi contengono una profonda saggezza e una raffinatezza spirituale tale da condurre chi li ascolta al riconoscimento dei propri bisogni fondamentali. Una buona dose di senso dell'umorismo da parte dell'insegnante è spesso la chiave per lo sviluppo spirituale dello studente

SHAIKH HASSAN DYCK

Shaykh Hassan Dyck appartiene alla Tariqa Naqshbandiya Haqqaniya ed è il rappresentante per l’Europa di Mawlana Shaykh Nazim al Haqqani, 40° Maestro della Tariqa.

"Ciò che è importante per me è raggiungere un momento alla Presenza Divina insieme con il pubblico".

Durante i suoi studi di musica classica a Berlino (1966-71) Hassan Dyck scoprì il suo interesse per la musica tradizionale indiana. Avendo trovato un posto da insegnate di musica europea in India, ebbe modo di studiare con Ustad Vilayat Khan e di tenere concerti con l'Orchestra Sinfonica di Delhi.

Il suo interesse per la spiritualità e per la musica lo portarono a viaggiare per molti anni, stabilendosi per un lungo periodo a Damasco. I risultati musicali di queste esperienze sono composizioni di musica etnica che echeggiano la via di ogni ricercatore spirituale.

Nel 2000 Hassan Dyck si è unito al gruppo 'Fana' composto da musicisti italiani e tedeschi. La loro musica combina musica occidentale con caratteristiche e strumenti di tradizioni spirituali orientali. I loro concerti sono accompagnati da un gruppo di dervisci danzanti.

Recentemente hanno collaborato con il cantante di Qawwali Pakistano Mahmud Sabri, dei Sabri Brothers, gruppo musicale apprezzato nel mondo intero. Il quotidiano tedesco Der Spiegel ha definito il loro incontro come "qualcosa di sensazionale nel mondo della musica".

MUSICA

Hassan Dyck propone racconti della tradizione Sufi mediorientale, intervallate a momenti musicali con il suono del suo violoncello, o cello d'amore. Questa forma di violoncello possiede una gamma ampliata di note e di armoniche, offrendo un suono estremamente evocativo. L'incedere delle storie, semplici e profonde, il senso dello humour di Sheikh Hassan e la musica sono gli ingredienti ideali per trovare la "nota giusta" 

Chi conosce Sheikh Hassan non ha bisogno di parole di presentazione. A chi non lo conosce posso dire che ha una ragione in più per venire.

L'incontro è aperto a chiunque sia vagamente interessato a scoprire come si possa sopravvivere in questo mondo, uscendone ogni giorno più puliti, ma lo raccomandiamo anche ai casi più disperati perché saranno in buona compagnia...


Da Maulana Jelaluddin Rumi e Fanà:

Quanto ancora penserai a questo mondo doloroso?
Quanto ancora penserai a questa vita straziante?
L'unica cosa che può portarti via è il tuo corpo.
Non dire tutte quelle fesserie! Smettila di arrovellarti!
O Amanti! O Amanti! Non siate separati!
Abbandonate l'idea di scappare dal gregge!
Siete tutti la stessa cosa. Siete tutti uno!
Non alimentate l'illusione di dualità.
Devozione ha dichiarato:
"Non vivere senza di me!"

Peter Hassan Dyck
Campanula (Cello d'amore) e storie

Shaikh Hassan ad Aosta 2008 (intro)

Shaikh Hassan ad Aosta 2008 (1a parte - La storia di Bahlul)

Shaikh Hassan ad Aosta 2008 (2a parte - La ilaha ill'Allah)

 

 

Per informazioni e prenotazioni

Gooole Map


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |