Islam, Sufismo e Sufi
Islam, Sufismo e Sufi
 
 

L'ISLAM

I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

Muhammad al-Baqi (Billah)
Possa Allah Santificare la Sua Anima

"Oh Sayyid! Un gnostico d'alto grado era solito dire,
'Essere un derviscio vuol dire correggere l'immaginazione.'
In altre parole, nient'altro che il Reale
deve rimanere nel cuore. In verità, egli parlò correttamente.
Oh Sayyid! Dato che il velo non è nient'altro che immaginazione,
il velo deve essere sollevato attraverso l'immaginazione.
Notte e giorno devi risiedere nell'immaginare l'Unicità."
Khwaja Khurd,figlio di Sheikh al-Baqi

Egli fu il Conoscitore, Annullato in Dio (fana billah) e Esistente nella Sua Esistenza (baqa billah), che venne sollevata alla più alta stazione di Visione. Egli fu un Segreto trai Segreti di Allah e un Miracolo tra i miracoli di Allah. Combinò nella propria persona i due tipi di conoscenza: la Conoscenza Esteriore e la Sapienza Celeste. Dio gli donò dai due Oceani e gli conferì l'Autorità nei due mondi degli uomini e dei Jinn.

Imam Rabbani Ahmad al-Faruqi (q) disse, "Muhammad al-Baqi fu Colui che Sedette sul Trono di tutti gli Sheikh, e fu il Deputato di tutti i Maestri della Catena D'Oro Naqshbandi, che raggiunse i limiti dell'Infinito, che ottenne il più alto stato di wilayat (Amicizia di Dio). Egli era il  qutb (il Polo Spirituale) che sostenne ogni creatura su questa terra. Rivelò i segreti della Realtà. Egli fu il Verificatore della Stazione della Realtà di Muhammad. Egli fu il Pilastro della Gente della Guida. Era l'Essenza dei Sapienti e la Guida dei Veridici (muhaqqiqin)."

Nacque nel 972 H. nella città di Kabul nella terra di `Ajam che era una colonia del Sultanato indiano. Suo padre era il giudice Abdu-s-Salam. Andò in India per la prima volta per affari personali. Là fu attratto da un'attrazione proveniente da Dio. Abbandonò questa vita materiale e ottenne la conoscenza spirituale dal Maestro del  secolo. Si mantenne in compagnia di Santi e maestri, finché egli stesso divenne un oceano di intelletto e un santo di spiritualità. Viaggiò continuamente fino a raggiungere la città di Samarcanda. Qui entro in contatto con il Maestro del suo tempo, Muhammad Khwaja al-Amkanaki (q). Ricevette da lui la Via dell'Ordine Naqshbandi.

n breve tempo ebbe quel che la maggioranza dei cercatori ottiene in una vita intera. Venne elevato anche grazie alla cura di Ubaidullah al-Ahrar (q). La sua fama era nota ovunque. Il suo Sheikh, Muhammad Khwaja al-Amkanaki, lo autorizzò ad avere seguaci per allenarli secondo la condotta dell'Ordine. Gli ordinò di far ritorno in India. Predisse, “Avrai un discepolo che sarà come il sole.” Si riferiva all'Imam Rabbani Ahmad al-Faruqi (q).
Tornò in India e restò nella città di Delhi-Jahanabad, che colmò di fede e conoscenza e segreti e luci. Attraverso di lui l'Ordine Naqshbandi si diffuse con grande velocità nel Subcontinente indiano e milioni di persone si sono connesse a lui attraverso i suoi rappresentanti. Tutte le nazioni nel Subcontinente vennero attratte dalla sua conoscenza e dal suo Potere Celeste e alla Caratteristiche Profetiche che egli rivestiva. Si sapeva in tutto il Subcontinente Indiano che chiunque fosse giunto a lui e lo avesse guardato negli occhi, o si fosse seduto alle sue riunioni a fare dhikr, si sarebbe trovato in uno stato di cancellazione di sé, attraverso il quale sarebbe stato possibile raggiungere lo stato di Annullamento, in un solo incontro. Con questo potere miracoloso attrasse milioni di persone, finché l'Ordine Naqshbandi fu sulla lingua di tutti al suo tempo.

Morì di mercoledì, il 14 di Jumada al-Akhir, nel 1014 H., nella città di Delhi a 40 anni e 4 mesi. La sua tomba è nel lato occidentale della città di Delhi.

Passò il Segreto al suo successore, lo Sheikh di questa Catena, il Vivificatore del Secondo Millennio, al-Imam ar-Rabbani al Mujaddid alfi-th-Thani, Sheikh Ahmad al-Faruqi as-Sirhindi (q).


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |


IL SUFISMO